GIULIA BRIATA

Attrice padovana diplomata nel 2010 alla Scuola del Teatro Stabile del Veneto e laureata in Mediazione Linguistica per Interpreti e Traduttori nella lingua russa e inglese nel 2017. A un anno dal diploma teatrale si trasferisce per un breve periodo in Toscana dove lavora con il Teatro Stabile di Grosseto per produzioni dedicate al teatro ragazzi e dirette da Alessandro Gatto. Approfondisce l’uso della voce a Roma con gli insegnanti di doppiaggio Fabrizio Temperini, Mimmo Strati e Massimo Corizza. Ritorna poi in Veneto per interpretare il ruolo di Candida, la giovane innamorata de Il Ventaglio diretto da Damiano Michieletto, spettacolo coprodotto dal Teatro Stabile del Veneto e destinato a una tournée nazionale di due anni. Nel 2012 lavora con Andrea De Rosa nel cantiere ERT sul Simposio di Platone, debuttando in What Is Love?, ripreso nei successivi due anni. Debutta con una nuova produzione del TSV, Massacritica, scritto e diretto da Giorgio Sangati. Si dedica poi ad altri progetti: film (Si muore tutti democristiani de Il Terzo Segreto di Satira), videoclip (Timidamente, io del comico Ruggero De I Timidi), cortometraggi (Soliloquio di Morena Sarzo, Juliet di Luca Solina), docufilm (Io, Canova prodotto da Cinema Key) e serie tv (Donna Leon di Sigi Rothemund, prodotto e distribuito da ARD in Germania, interpreta Engie nella web serie Involontaria in onda da Novembre 2019 su MTV). E’ il volto femminile dello spot Abarth per la Fiat 500 (Spirito Abarth di Raffaele Pizzatti Sertorelli). La sua formazione è sempre in aggiornamento tra seminari e workshop. Tra i suoi maestri: Alberto Terrani, Theodoros Terzopoulos , Levan Tsuladze, Luca Ronconi e Annamaria Guarnieri. Studia movimento scenico con Gabriela Carrizo (Peeping Tom), Michela Lucenti, Laura Pulin e Marco Angelilli, drammaturgia con Umberto Contarello. Speaker per un corso eLearning di inglese, doppiatrice nel documentario Limbo di Matteo Calore e Gustav Hofer. Già interprete del ruolo di Desdemona nello spettacolo Women In Love, scritto e diretto da Giuseppe Emiliani (prodotto dal TSV nel 2015), debutta nel 2016 con lo stesso ruolo nell’Otello di Marco Alberghini, a fianco di Mamadou Dioume. Tra il 2018-2019 si dedica alla recitazione in lingua inglese, con all'attivo due produzioni del Teatro Stabile del Veneto (Shakespeare in Venice e Beat Generation) e due di Teatro Boxer (Gulliver's Travels e Peter & Wendy). Debutta al festival Operaestate con Le Notti Bianche di Dostoevskij a fianco di Giulio Casale con la regia di Marta Dalla Via. 

Ooneek s.r.l. P.I. IT04940340286

© 2020 by Muskal

  • YouTube - Black Circle
  • Facebook - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

Privacy & Cookie Policy